Ultima modifica: 15 novembre 2018

DOCENTI NEO-IMMESSI A.S. 17/18

Il  MIUR con la nota n. 35085 del 02/08/2018  ha confermato il modello di formazione, già adottato lo scorso anno scolastico, anche per i docenti neo immessi  nel 2018/19 e, in generale, per tutti coloro che svolgeranno l’anno di prova e formazione.

La formazione dei neo-immessi in ruolo  è disciplinato dal DM n. 850/2015 e dalla nota n. 36167 del 5/11/2015.

La nota, emanata per il corrente anno scolastico (n. 35085 del 2/08/2018), ribadisce che il  percorso si concretizza in 50 ore di formazione complessiva.

Le attività formative consistono in  (articolo 6 del DM 850/15+ NOTA MIUR  33989 /2017 ):

a. incontri propedeutici e di restituzione finale ( 3 ore per ciascun incontro);

b. laboratori formativi/visita scuole innovative  (12 ore);

c. “ peer to peer ” e osservazione in classe (12 ore);

d. formazione on-line (20 ore , di cui 3 ore per la  stesura del bilancio delle competenze iniziali, 3 ore per la  stesura  del bilancio delle competenze finale, 14 ore di formazione on line ( consultazione materiali presenti in piattaforma)).

Il primo adempimento, cui sono chiamati i docenti in anno di prova e formazione, è la compilazione del bilancio di competenze iniziale, da cui prende avvio tutto il percorso formativo.

Il bilancio di competenze iniziale permette al docente di “fotografare” quelle che sono le competenze possedute e quelle che dovranno essere acquisite e/o potenziate; sulla base del bilancio si dovrà poi stipulare il patto di sviluppo professionale tra DS e neo immesso (art. 5 del DM 850/2015), al fine di conseguire gli obiettivi di sviluppo delle competenze di natura culturale, disciplinare, didattico – metodologica e relazionale, da raggiungere attraverso le attività formative (e anche tramite le attività organizzate dall’istituzione scolastica o da reti di scuole, nonché l’utilizzo eventuale delle risorse della Carta di cui all’articolo 1, comma 121, della Legge 107/2015), che il neo assunto dovrà svolgere durante l’anno di formazione e prova.

La stesura  del bilancio permette di:  “individuare gli aspetti sui quali concentrare l’attenzione del tutor e del neo-assunto nella fase Peer to peer e nella elaborazione del portfolio;  predisporre una documentazione didattica chiara e pertinente da inserire nel portfolio digitale, al fine di individuare i cambiamenti necessari a migliorare il proprio agire professionale;  agevolare la preparazione della fase istruttoria curata dal tutor di fronte al Comitato di Valutazione, in ordine al percorso formativo e professionale del neo-assunto (art. 13, DM 850, 2015);   personalizzare l’attività formativa ai fini della predisposizione del patto per lo sviluppo professionale (art. 5, comma 3 DM 150/2015).”

 

La compilazione del bilancio è frutto di una riflessione del docente neo immesso in collaborazione con il  tutor.

Il bilancio iniziale, così com’è strutturato nel modello Indire, si articola in tre aree di competenza:

1. area delle competenze relative all’ insegnamento (didattica);

2. area delle competenze relative alla partecipazione scolastica (organizzazione);

3. area delle competenze relative alla propria formazione (professionalità).

All’ interno di ciascun ambito di competenza, il neo assunto troverà dei descrittori (alcuni dei quali diversi per ordine e grado di scuola, altri invece comuni a tutti) sui quali riflettere con l’ausilio di domande guida.

 

AMBIENTE DI SUPPORTO ALL’ ANNO DI FORMAZIONE e PROVA  (INDIRE) : ambiente per la formazione on-line . 

La scuola POLO di riferimento peri docenti neo-immessi , in servizio preso questo I.C.,  è l’ IC..  Don  Milani di Viareggio  che ha predisposto sul proprio sito una pagina dedicata alla neo-immissione in ruolo:

neoassunti 2018/19 

 

INDICAZIONI IMPORTANTI PER DOCENTE NEO-IMMESSO, TUTOR, DIRIGENTE SCOLASTICO 

Di seguito sono riportati i materiali di lavoro  che ha predisposto l’ I.C. Don Milani e che sono stati personalizzati da questo I.C. per i propri docenti  neo-immessi in ruolo.

 

SITO INDIRE NEOASSUNTI 2018_19